1

massimo tosi

ARONA - 15-07-2020 -- E' stata presentata

ufficialmente ieri, martedì 14 luglio, la candidatura a sindaco di Arona del dottor Massimo Tosi. La candidatura è supportata oltre che dal dal Partito Democratico al quale appartiene, anche da Demos e diverse realtà civiche della città.
In tale occasione è stato presentato anche il simbolo della lista civica “Arona Domani” in cui si è scelto di dare risalto alle tre frazioni: Mercurago, Dagnente e Montrigiasco, ampiamente prese in considerazione anche nel programma.
La campagna elettorale di Tosi sarà propositiva e non aggressiva, basata sulla semplicità ma anche sulla determinazione di far emergere gli aspetti che si potranno migliorare della nostra città.
Massimo Tosi ha le idee molto chiare sulle tematiche su cui focalizzare l’attenzione per il bene di Arona: un particolare riguardo sarà sicuramente riservato alle fasce più deboli, dagli anziani ai diversamente abili, ma anche alle “nuove povertà nascoste” della città, aumentate notevolmente in questi ultimi mesi di emergenza sanitaria mondiale causata dal COVID.Inoltre altri aspetti emersi del programma sono: la centralità dei giovani, degli istituti scolastici e dell’istruzione inserendo anche proposte di progetti basati sull’educazione al rispetto in tutte le sue forme e al contrasto del cyberbullismo; il ripristino del Pronto Soccorso, indispensabile per una città turistica come Arona; la riqualificazione commerciale delle frazioni con incentivi per le attività commerciali aperte in questi luoghi; la viabilità cittadina con la creazione di servizi di collegamento costanti con le frazioni; il tema ambientale e le problematiche ad esso connesse; la creazione di zone limitate per i fumatori; la riqualificazione dei vecchi edifici dismessi in città per realizzare strutture di accoglienza per donne vittime di violenza e centri di aggregazione culturale; riportare ad Arona i servizi essenziali che negli ultimi anni sono scomparsi; una riqualificazione della movida e del turismo; rendere Arona una città di cultura e arte.
Questi e altri punti del programma saranno elaborati nei prossimi giorni con le realtà aronesi di centro sinistra che saranno intenzionate a collaborare in questo progetto per un’Arona del domani da costruire insieme.