1

App Store Play Store Huawei Store

 

scuola banchi

 

BIELLA 18-01-2021 "Adesso c'è anche il parere favorevole del Comitato tecnico scientifico. Le scuole superiori possono finalmente tornare in classe al 50% (e fino al 75%) - interviene Carlotta Grisorio, responsabile scuola del Pd Biella -. Così da  lunedì 18 gennaio, il suono della campanella accoglierà oltre cinquemila studenti biellesi. Per chi rientra in aula, ovviamente, non sarà un “liberi tutti”. Primo, perché lo “spettro” della Dad resta sempre dietro l'angolo; secondo, perché evidentemente l'altra metà delle classi non potrà ancora fare altro che seguire le lezioni da casa. Inoltre, non ci si può assolutamente permettere il lusso di abbassare la guardia, per non rischiare di vanificare i sacrifici fin qui sostenuti. Pur nella consapevolezza e convinzione che studentesse e studenti abbiano la necessità, e il diritto, di tornare a scuola, come Segreteria tecnica del Partito Democratico Biellese chiediamo alle Istituzioni preposte di controllare che tutto si svolga nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti Covid. Non certo all'interno degli Istituti, dove i rigidi protocolli ministeriali erano già pienamente applicati fin dalla riapertura di settembre, ma fuori dalle scuole. Fondamentale è il recupero della socialità tra i ragazzi, ma lo è altrettanto la responsabilità e la cautela. L'appello si estende quindi alle famiglie, affinché rispettino fino in fondo quel “patto formativo” tante volte richiamato. La collaborazione tra scuola e famiglie, anche in questo caso, sarà decisiva. Lo stesso discorso vale rispetto ai mezzi pubblici. La Provincia ha predisposto il raddoppio di alcune corse che verranno pagate attraverso la Regione la quale a sua volta userà fondi messi a disposizione dallo Stato. Ma proprio sui mezzi occorre, ancora una volta, che tutti osservino quelle poche e semplici (ma fondamentali) norme di prevenzione del contagio.In definitiva, solo con la collaborazione di tutti gli attori che ruotano intorno al mondo della scuola sarà possibile scongiurare il pericolo di nuove chiusure. Non gettiamo alle ortiche la grande chance di tenere aperte, ove possibile, le nostre secondarie di secondo grado fino alla fine dell'anno di questo anno scolastico 2020/21".