1

App Store Play Store Huawei Store

WhatsApp Image 2021 05 11 at 08.31.161

DOMODOSSOLA - 11-05-2021 - E' costata una multa di 280 euro e 5 giorni di chiusura, la protesta di Saverina Romboli, titolare dell'Osteria del Diavolo di Domodossola. In una giornata fredda e uggiosa e in assenza di dehors che dato il meteo comunque non sarebbero serviti allo scopo, l'esercente ieri sera ha deciso di aprire il suo locale, in via Amendola (pieno centro), e di servire all'interno i propri clienti.

A rispondere alla chiamata che Susy (così la conoscono gli avventori) aveva fatto via Facebook sono stati alcuni clienti di vecchia data che al momento dell'aprivo serale non hanno voluto far mancare il proprio sostegno all'ostessa, l'unica a Domo ad aderire alla campagna di protesta di #ioApro.

Non è passato molto che nel locale hanno fatto il loro ingresso due poliziotti, chiamati a garantire il rispetto delle norme anti-contagio. Gli agenti hanno rilevato l'illecito e multato la Romboli, applicando al verbale anche i 5 giorni di chiusura. "Questi proprio non me li aspettavo, mi pare troppo dare 5 giorni di chiusura ad una che sta chiusa da sette mesi - dice - invece sì alla multa mi ero preparata e sicuramente farò ricorso.

Adesso ho un'intera giornata di tempo per decidere se stasera aprirò o no". La Romboli intanto invierà i verbali all'avvocato che cura gli interessi degli esercenti "ribelli": "E comunque non sono delusa né amareggiata, sono solo determinata a portare avanti la mia battaglia" conclude.


Un altro locale, in Ossola, ha deciso di contravvenire alle disposizioni servendo gli avventori all'interno, è il ristorante Leon d’oro nel centro storico di Malesco.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.