1

App Store Play Store Huawei Store

acqua fiume torrente

ALTO PIEMONTE - 02-08-2021 - Su 79 progetti dedicati alla depurazione delle acque e al sistema fognario presentati dalla Regione al ministero 6 sono quelli presentati per l’Ato 1 (Novara e Vco), altrettanti per l’Ato 2 (Biella e Vercelli).

I progetti vanno dal potenziamento e risanamento della rete fognaria all’ammodernamento delle linee fanghi di alcuni dei principali impianti di depurazione. L'obiettivo è rafforzare il sistema fognario e depurativo del Piemonte per ridurre l’apporto di inquinanti nei corsi d’acqua, con particolare riferimento a fosforo e azoto; ridurre i consumi energetici e perseguire la riduzione dei fanghi di depurazione prodotti per la corretta gestione dell’intera filiera.
I 79 i progetti costituiscono un vero e proprio “programma regionale”, inviato dalla Regione al Ministero della Transizione Ecologica per l’ammissione ai finanziamenti nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per una somma complessiva di 222 milioni e 800mila euro.
I progetti, presentati dai 6 Enti di Governo d’Ambito (EgATo), che sovrintendono alla organizzazione e gestione del servizio idrico integrato in Piemonte, sono stati selezionati e sono confluiti in un elenco redatto in base alla priorità di intervento in termini di riduzione di apporti inquinanti, sulla base dell’immediata cantierabilità, ovvero sulla scorta di progetti già programmati, e sulla loro realizzabilità entro il 2026.
“Siamo pronti con progetti che hanno le caratteristiche per essere finanziati dal PNRR – commenta l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati - Sono interventi importanti, che agiscono in modo decisamente positivo sull’ambiente e che contribuiscono allo sviluppo economico, sociale e occupazionale del territorio regionale”.