1

App Store Play Store Huawei Store

cota roberto

L’altro giorno ad Alghero è stato arrestato l’ex Presidente della Catalogna Puigdemont. La Polizia di frontiera italiana ha eseguito un ordine di arresto europeo emesso nei suoi confronti dalla magistratura spagnola. La Giudice della Corte di Appello di Sassari lo ha subito rimesso in libertà togliendo un po’ tutti dall’ imbarazzo, primo tra tutti il premier Sanchez che sta cercando di dialogare con gli indipendentisti catalani. La vicenda giuridica è complessa perché in realtà proprio l’avvocatura dello stato spagnola aveva garantito alla Corte di Giustizia di Lussemburgo che il mandato di arresto nei confronti Puigdemont doveva intendersi sospeso. Probabilmente, questo sarà il tema che verrà trattato in sede di udienza fissata per il 4 ottobre. Sempre che il Presidente Puigdemont decida di presentarsi perché altrimenti il procedimento verrebbe dichiarato estinto. Nel caso si  presentasse, potrebbe essere proprio la magistratura italiana a certificare lo status di uomo libero dell’ex Presidente, con relativa possibilità di circolare e di fare politica. Detto questo, paradossalmente, la spiacevole vicenda dell’arresto ha reso un favore alla causa indipendentista catalana in quanto ha consentito a Puigdemont di incassare il sostegno delle autorità regionali sarde ed anche di sottoporsi ad un  bagno di folla, acclamato come una star. Del resto, al di là delle idee che ciascuno possa avere in merito alla indipendenza della Catalogna, è giusto che Puigdemont possa portare avanti la sua battaglia politica che deve essere consentita in nome della democrazia e della libertà.
Buona domenica e buona settimana.
Roberto Cota